Meningite, da lunedì 13 gennaio vaccini nelle scuole bresciane

Ieri l'Ats di Brescia ha incontrato i dirigenti per informarli del trattamento. Lo stesso anche per i lavoratori in aziende.

(red.) Dalla prossima settimana, probabilmente da lunedì 13 gennaio, anche alcune scuole superiori del basso Sebino bresciano saranno interessate dalle operazioni di vaccinazione dopo la psicosi che si è sollevata in seguito ai cinque casi di meningite (due mortali) nell’arco di un mese e circoscritti lungo la sponda bergamasca del lago d’Iseo. Nella giornata di ieri, mercoledì 8 gennaio, le Ats di Brescia e Bergamo hanno incontrato i dirigenti delle scuole illustrando gli interventi che saranno adottati.

Sul fronte bresciano, saranno interessati dal vaccino la mattina gli studenti e nel pomeriggio gli insegnanti e il resto del personale tra le scuole “Antonietti” di Iseo, “Falcone” e “Marzoli” di Palazzolo, il centro formativo provinciale “Zanardelli” di Clusane e il “Madonna della Neve” di Adro. I maggiorenni potranno sottoporsi senza problemi, mentre i ragazzi minorenni dovranno presentare una liberatoria dei genitori.

Come detto, i trattamenti dovrebbero iniziare a scaglioni da lunedì 13 gennaio. Nel frattempo la ressa che si era vista ai presidi sanitari subito dopo Capodanno si sta allentando in vista di normalizzarsi. Questo, per quanto riguarda i residenti, mentre le aziende della zona sono già state contattate dall’Ats per sottoporre ai vaccini anche i lavoratori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.