Lutto nella ristorazione, morto lo chef Vittorio Fusari

Era ricoverato all'ospedale di Chiari. Martedì si è improvvisamente aggravato. Conosciuto per la sua cucina di ricerca, creativa e innovatrice, ha gestito locali a Iseo, Milano, Bergamo. Sabato i funerali.

(red.) Il 2020 si è aperto con un grave lutto nel mondo della ristorazione bresciana e lombarda. A 66 anni è deceduto lo chef Vittorio Fusari, nato a Iseo, che dallo scorso 16 dicembre si trovava ricoverato all’ospedale “Mellini” di Chiari. Doveva trattarsi solo di un intervento chirurgico poi andato bene, come aveva sottolineato lui stesso attraverso i social, ma martedì 31 dicembre il suo quadro sanitario era peggiorato a causa di un’embolia polmonare che lo ha portato, il giorno successivo, alla morte. Ricercatore attento, creativo e innovatore, attivo nello Slow Food Oglio-Franciacorta di Iseo, Fusari era stato tra i fondatori dei Cuochi dell’Alleanza.

Ora a piangerlo, oltre ai parenti, agli amici e a quanti lo hanno conosciuto avendo gustato le sue prelibatezze, ci sono soprattutto la moglie Patrizia Ucci e il figlio Giacomo di 15 anni.

Abbandonata la sua prima professione di capostazione, Vittorio Fusari si era dedicato con successo alla propria passione per la cucina aprendo i ristoranti “Il Volto” e “Le Maschere” a Iseo e guadagnandosi la stella Michelin.

Ha lanciato anche la “Dispensa Pani e Vini” di Adro, per poi dedicarsi al milanese “Pont de Ferr” in occasione dell’Expo del 2015. L’ultima sua attività è stata la direzione della  cucina dello storico “Balzer” di Bergamo, sul Sentierone, che ha reso un locale bistrot riconosciuto.

I funerali sabato 4 gennaio alle 10 partendo dalla Casa Panella di Is

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.