Frana a Gussago, famiglie evacuate sono rientrate a casa

Già la vigilia di Natale sono potute rientrare nelle loro abitazioni. Ora si attende la completa messa in sicurezza.

Più informazioni su

(red.) A Navezze di Gussago, in Franciacorta, nel bresciano, l’amministrazione comunale con i vigili del fuoco e le altre autorità competenti stanno lavorando al residence del vecchio cementificio Medol, in via Carrebbio. Si tratta di quello colpito da uno smottamento (foto di archivio) a mezzogiorno dell’antivigilia di Natale, lunedì 23 dicembre. La sera stessa cinque famiglie erano state evacuate dalle loro case per i pericoli connessi alla frana.

Ma i timori si erano subito ridotti, tanto che il giorno dopo, la vigilia di Natale, gli stessi residenti erano stati fatti rientrare dopo un sopralluogo. Quindi, hanno potuto trascorrere la festività in casa, mentre è stata disposta l’inibizione solo di alcune camere e dei terrazzi rivolti verso il fronte franoso.

Dal Comune fanno sapere che questa misura resterà in vigore fino alla completa messa in sicurezza. Già nel 2014 si era verificata una frana, ancora più importante, portando all’installazione di una rete metallica e che verrà completata per rendere la zona più sicura in modo definitivo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.