Quantcast

Rovato, rubano statue dal presepe alpino la notte di Natale

La scoperta la mattina di Natale da parte delle penne nere. I ladri avrebbero agito dopo la messa di mezzanotte.

(red.) Continuano i danni e i furti contro i presepi in provincia di Brescia. L’ultimo colpo di questo genere è avvenuto la notte di Natale, tra martedì 24 e mercoledì 25 dicembre, a Rovato. Nel mirino è finita la rappresentazione allestita dagli alpini (foto di archivio) nel parco di via Martinengo Cesaresco, proprio dove si trova la loro sede. La scoperta dell’accaduto è stata compiuta la mattina di Natale quando le penne nere erano tornate al loro quartiere generale e hanno notato che tutte le statue della Natività, comprese quelli dei re Magi, erano sparite.

La sensazione è che non sia stato un atto di vandalismo, ma un furto in piena regola. Non a caso i soliti noti avrebbero agito nella notte, mentre gli alpini erano impegnati a servire the caldo e vin brulé dopo la messa di mezzanotte alla parrocchia di Santa Maria Assunta. Aldilà dello sdegno per quanto avvenuto, tutte le statue depredate sono poi state sostituite da altre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.