Aveva spacciato i suoi vini per Franciacorta, tutto prescritto

Il titolare di un'azienda non avrebbe rispettato il disciplinare e si era visto sequestrare più di 4 mila bottiglie.

(red.) Con la sua azienda vitivinicola aperta in Franciacorta, nel bresciano, produceva vini con tanto di etichetta riconducibile al noto marchio. Peccato che non avesse fatto maturare il prodotto per almeno trenta mesi prima dell’imbottigliamento e come prevede il disciplinare ai quali devono rifarsi i vini Franciacorta. Per questo motivo il titolare 40enne nel 2012 si era visto sequestrare oltre 4 mila bottiglie con l’accusa di contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari. Ne dà notizia Bresciaoggi.

La notizia recente, risalente alle ore precedenti a sabato 21 dicembre, è che il rappresentante non dovrà scontare alcun processo. Infatti, a sette anni di distanza è scattata la prescrizione e il non luogo a procedere. Dopo il sequestro delle bottiglie, nel 2018 era stata la procura di Brescia a denunciare il titolare. E ora, dopo essere stato indagato, l’uomo non incorrerà in alcuna condanna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.