Quantcast

Castenedolo, vittima dopo l’incidente in Fascia d’Oro: camionista patteggia

Un anno e quattro mesi di reclusione per il 68enne che aveva provocato l'incidente nel luglio di due anni fa.

(red.) Nelle ore precedenti a sabato 15 maggio in tribunale a Brescia un camionista bresciano di 68 anni ha patteggiato una pena a un anno e quattro mesi di reclusione per l’incidente che era avvenuto il 31 luglio del 2019 a Castenedolo, lungo la Fascia d’Oro. E in quella situazione una donna di 39 anni, Giuseppina De Filippo, originaria di Napoli e residente a Ghedi, nella bassa bresciana, era stata ricoverata alla Poliambulanza di Brescia dove morì pochi giorni dopo.

Dopo quell’incidente il camionista ha già risarcito i familiari della vittima e anche gli altri feriti nell’incidente. Come era stato ricostruito, l’autotrasportatore alla guida del mezzo pesante aveva provocato un tamponamento e dietro un’auto, a bordo della quale c’era la 39enne, aveva deviato verso la corsia opposta dove in quel momento dall’altro senso stava arrivando un altro veicolo. L’impatto era stato tremendo e la 39enne era finita in ospedale prima del decesso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.