Quantcast

Rezzato, tentata rapina al monastero: una condanna a 2 anni

Era successo nel dicembre del 2019, quando un religioso era stato neutralizzato dal gruppo di tre malviventi.

(red.) Ieri, giovedì 15 aprile, un uomo di 50 anni e con precedenti alle spalle è stato condannato a 2 anni di reclusione per la tentata rapina commessa ai danni del monastero di Rezzato, nel bresciano, nel dicembre del 2019. Quel giorno, intorno all’ora di cena, l’uomo con altri due complici si era introdotto nella struttura per cercare qualche oggetto di valore da arraffare. Ma uno dei religiosi, avvertendo dei rumori sospetti, aveva verificato cosa stesse succedendo e si era trovato di fronte il trio di malviventi.

Nel momento in cui il frate aveva cercato di tornare dagli altri per avvisarli, era stato neutralizzato con una sostanza urticante. A quel punto i ladri erano fuggiti, ma il giorno successivo il frate, riconosciuto uno di loro, lo aveva denunciato. E ieri è scattata la condanna da parte del tribunale di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.