Atto vandalico al cantiere Tav di Calcinato, cinque giovani nei guai

Era successo a metà novembre: sassata ai danni delle ruspe, poi date alle fiamme. Si sono chiuse le indagini.

(red.) I primi ad essere beccati e a finire nei guai subito dopo i fatti erano stati due 18enni. Si fa riferimento all’attacco vandalico, ma non solo, messo in campo alla metà di novembre ai danni del cantiere dell’alta velocità tra Calcinato e Mazzano, nell’hinterland bresciano. In quell’occasione un gruppo di cinque ragazzi attraverso un campo vicino era riuscito a raggiungere l’area del cantiere colpendo i mezzi da lavoro a sassate prima di dare fuoco. Ma si era riuscito a evitare che il rogo si espandesse nell’intera area di lavoro.

A due mesi di distanza da quei fatti i carabinieri della stazione locale di Calcinato che sono al lavoro hanno identificato altri tre ragazzi responsabili di quei fatti. Di questo dà notizia Bresciaoggi. A questo punto i cinque sono in attesa di eventuali provvedimenti della procura di Brescia per l’accusa di danneggiamento. Ma non solo conseguenze giudiziarie, perché i cinque giovani dovranno anche risarcire il danno commesso da circa 100 mila euro.

Tra l’altro si erano resi responsabili anche di un incendio divampato all’interno di una cascina abbandonata a Mazzano. Ai due giovani subito dopo i fatti e poi agli altri tre si era arrivati anche per una leggerezza degli stessi vandali che si erano ripresi in un video postato su Instagram. In aggiunta a tutto quello che rischiano, si aggiungono anche le sanzioni per il mancato rispetto delle misure anti-contagio, non avendo rispettato il divieto di spostarsi tra Comuni e vigente in quel periodo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.