Quantcast

Coronavirus, casi tra ospiti e personale alla Rsa “Almici” di Rezzato

Due hanno accusato una leggera febbre dopo il vaccino antinfluenzale. La situazione è monitorata e sotto controllo.

(red.) Si era salvata durante la prima ondata della pandemia da Covid-19 la scorsa primavera, grazie anche alle misure stringenti messe in atto. Le stesse che sono in corso proprio da quel mese di febbraio, salvo alcune visite concesse lo scorso settembre. Ma che stavolta non hanno evitato di far finire nel mirino la casa di riposo “Almici” di Rezzato, nel bresciano.

Di questo dà notizia il Giornale di Brescia sottolineando come ci siano 9 ospiti, due operatori e un’infermiera risultati positivi. Gli anziani si erano sottoposti al vaccino antinfluenzale e due di loro hanno poi accusato una leggera febbre. Sottoponendo loro il tampone, così come a tutti i 56 ospiti e al personale, sono quindi emersi i casi positivi al contagio.

In ogni caso, i due con sintomi hanno solo qualche linea di febbre, mentre tutti gli altri sono asintomatici e posti in isolamento. Per precauzione, la casa di riposo ha già preso i tamponi e test rapidi forniti dall’Agenzia di Tutela della Salute di Brescia per tenere monitorata la situazione sottoponendo i test con frequenza agli ospiti e al personale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.