Castegnato, incendio sul tetto di una villa: il fumo finisce in palestra

Doppio intervento a distanza di pochi minuti ieri dopo le 19,30. Per fortuna nessun ferito nè intossicato.

(red.) Nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 8 ottobre, intorno all’ora di cena, un vasto schieramento tra vigili del fuoco e ambulanze è stato chiamato a muoversi tra via Magenta e via Montessori a Castegnato, nell’hinterland bresciano, a causa di un incendio che però ha provocato anche altre conseguenze, per fortuna non drammatiche. E’ partito tutto pochi minuti prima delle 19,30 quando all’improvviso, per cause da accertare, è divampato un incendio sul tetto di una cascina in via Magenta e che in questi giorni è soggetta a una serie di lavori di ristrutturazione.

Sul posto si sono quindi mossi i vigili del fuoco che hanno domato il rogo prima che raggiungesse anche cumuli di fieno. Ma poco più di un quarto d’ora dopo è arrivata una richiesta di soccorso da un’altra via vicina, via Montessori, dove alcune ragazzine dai 10 ai 15 anni e alle prese con un allenamento di ginnastica artistica nella palestra della scuola media avevano lamentato fastidi nella respirazione.

In quei minuti si è capito il collegamento: il fumo provocato dall’incendio precedente era stato spinto dal vento verso il centro abitato ed era entrato nella palestra le cui porte, viste le norme sanitarie, erano rimaste aperte. Per fortuna nessuno è rimasto ferito o intossicato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.