Rezzato, lavori in casa di privati a carico del Comune: una condanna

3 anni e due mesi per uno degli operai (licenziati dal Comune) per i fatti contestati avvenuti nel 2017 e 2018.

(red.) Nella giornata di ieri, mercoledì 29 luglio, il giudice del tribunale di Brescia ha condannato a 3 anni e due mesi di reclusione uno dei due operai pubblici – che nel frattempo sono stati licenziati – del Comune di Rezzato, nel bresciano, per aver fatturato proprio a carico dell’amministrazione comunale le spese di acquisto di materiali edili per alcuni lavori, svolti però in abitazioni private. I fatti contestati erano avvenuti tra il 2017 e il 2018 quando in municipio erano arrivate fatture per 7 mila euro.

Tutto materiale poi impiegato dai due addetti di 52 e 58 anni che si sarebbero mossi nelle case private anche durante le ore in cui dovevano essere a disposizione del Comune. Ma non solo materiali edili, perché sarebbe stato utilizzato anche un ponteggio comunale per dei lavori in casa di un amico di loro. Per questo motivo il 58enne è stato condannato nel corso del rito abbreviato, mentre l’altro, il caposquadra, è ancora alla sbarra per aver scelto di farsi giudicare in dibattimento.

I due, come detto, sono stati licenziati dopo che il Comune ha appurato le loro responsabilità, anche in seguito al loro arresto nel 2018 nel momento in cui vennero sorpresi a uscire da un’abitazione dove avevano svolti i lavori. Tra l’altro, per quella situazione i due erano già stati condannati a 2 anni e mezzo e l’altro a un anno e quattro mesi. Un altro dipendente infedele del Comune era stato il responsabile dell’ufficio tecnico già condannato a tre anni per aver usato una carta carburante del municipio per motivi privati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.