Quantcast

Roncadelle, nomadi trasferiti in ex piazza d‘Armi

Soluzione temporanea presa dal Comune per risolvere al momento le liti e scontri con vicini di casa. Tutto era partito nel 2014 dai terreni di via Ghislandi.

(red.) E’ stata trovata, almeno per il momento, una soluzione per quei nomadi che da anni peregrinano con i loro camper e roulotte nella zona di Roncadelle, nel bresciano. La vicenda è nota dallo scorso 2014 quando in via Ghislandi, in paese, le famiglie di stranieri avevano acquistato un terreno agricolo. Ma invece di usarlo per quel motivo, si erano stanziati con i loro mezzi creando non pochi problemi alla convivenza con gli altri residenti.

La situazione era diventata esplosiva e alle prese con continue liti e scontri che avevano indotto l’amministrazione comunale a intervenire e sfrattarli da quell’area. Subito dopo le stesse famiglie di nomadi avevano trovato un’altra posizione, anche lì contestate dai vicini di casa. Uno scenario che ha mosso anche la questura chiedendo al Comune di trovare una sistemazione. E così, come dà notizia il Giornale di Brescia, è stata emessa un’ordinanza con il trasferimento di roulotte e camper nella vecchia piazza d’Armi.

E’ di proprietà del Comune e al confine con il Villaggio Violino di Brescia. Ma come condizione è stato espresso che all’interno si debbano trovare solo quelli iscritti all’anagrafe. Lo spazio garantisce una migliore vivibilità, ma si tratta comunque di una soluzione temporanea in attesa di altre decisioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.