Ciliverghe, assicurazione salva gli alpini

Nell'estate 2013 un bambino si era infortunato cadendo da una giostra. Famiglia ha denunciato le penne nere chiedendo un risarcimento di 15 mila euro.

Più informazioni su

(red.) Gli alpini bresciani di Ciliverghe di Mazzano hanno rischiato di chiudere i battenti e di dover autotassarsi o vedersi sequestrare alcuni beni per mettere mano al portafogli e spende una cifra a quattro zeri. Invece e per fortuna è venuta in loro soccorso la compagnia assicurativa alla quale sono legati. Si fa riferimento, come scrive il Giornale di Brescia, a quanto accaduto durante una festa di fine anno scolastico nel 2013 e ospitata a giugno dal parco dove si trova la sede delle penne nere. Così, mentre i genitori potevano gustare lo spiedo, i figli si divertivano tra le attrazioni. Ma uno di loro, un bambino di 5 anni, si era fratturato una gamba dopo una caduta e il cedimento di una giostra.

Una situazione che aveva spinto la famiglia del piccolo sfortunato a denunciare il gruppo – di cui fa parte anche il padre del bambino – per i danni riportati. All’inizio si parlava di una richiesta di 9 mila euro, poi salita a oltre 15 mila come disposto dal tribunale civile e rispetto a oltre 200 euro spesi per le cure e la riabilitazione del piccolo. Il problema è che l’assicurazione si era sfilata giustificando il fatto che l’infortunio era avvenuto non per le attività delle penne nere. Di fronte a quella situazione la causa civile è andata avanti per diversi anni tra la famiglia e gli alpini, impossibilitati a sborsare una cifra simile. Ma nei giorni precedenti a giovedì 22 novembre è stata trovata una soluzione nel momento in cui la stessa compagnia è tornata sui propri passi e si è detta disposta a versare i danni. E gli alpini di Ciliverghe sono salvi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.