Quantcast

Tignale, recuperato il corpo senza vita del surfista disperso

Il cadavere di Hubert Mehler, 54 anni, è stato rinvenuto lunedì mattina sulla sponda veronese del Garda, a Punta San Vigilio. Era scomparso sabato pomeriggio.

Tignale. È stato ritrovato il corpo senza vita del surfista tedesco di 54 anni scomparso nelle acque del lago di Garda, a Tignale (Brescia) sabato pomeriggio.
Il cadavere di Hubert Mehler, da anni frequentatore del Benaco e sportivo esperto, è stato rinvenuto a Punta San Vigilio, nella sponda veronese. A recuperarlo l’unità navale della Squadra Acque Interne della Polizia di Stato di Peschiera intorno alle 12.30 di lunedì mattina.
L’uomo era uscito con la tavola da surf in acqua attorno alle 16 di sabato 9 aprile, poco prima che il lago venisse sferzato da un violento temporale, con raffiche di vento fino a 60 chilometri orari.
A segnalare il mancato rientro dell’uomo, l’albergo dove soggiornava che, alle 19, aveva dato l’allarme. Subito si era mobilitata una grande squadra di ricerche, formata da: Guardia costiera, i Vigili del fuoco di Riva, un elicottero dell’Aeronautica militare di Poggio Renatico, i carabinieri di Gargnano e i pompieri di Brescia che hanno utilizzato anche droni per sorvolare la litoranea.

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.