Quantcast

Salò, sostanze inquinanti dal rio delle Versine

Sostanze schiumogene notate nel lago: proverrebbero dal rio delle Versine, a sua volta oggetto di uno sversamento. A breve telecamere per monitorare la zona.

(red.) Verrà posizionata una telecamera per monitorare gli accessi alla fontanella all’ingresso all’ex Tavina a Salò, nel bresciano. Il motivo? Gli sversamenti di sostanze inquinanti apparse nel rio delle Versine che, a sua volta, scarica poi nelle acque del Garda.

Sostanze schiumose sono infatti apparse, recentemente, nella acque del Garda e diversi sono gli esposti presentati sia dal Comune che dal Codacons.
La situazione viene ora costantemente monitorata dall’ l’ufficio tecnico del Comune salodiano, con il supporto della Forestale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.