Quantcast

Desenzano, ferì dipendente: confermati 10 anni per Fortugno

Il ristoratore calabrese, titolare del ristorante Le Muse, sparò ad un 33enne che gli chiedeva il saldo dello stipendio. In Appello la conferma della sentenza di primo grado.

(red.) Confermata in Appello la condanna a 10 anni e otto mesi nei confronti di Gaetano Fortugno, il ristoratore calabrese, ma residente da sempre sul lago di Garda, accusato di aver sparato a una gamba a un dipendente 33enne del suo ristorante “Le Muse” a Desenzano nel maggio del 2019 dopo che la stessa vittima aveva chiesto di farsi saldare il resto dello stipendio, poche centinaia di euro. Il ferimento era avvenuto tra i tavoli della pizzeria, dove stavano mangiando diversi clienti.
Fortugno si è difeso affermando di essersi difeso da una presunta aggressione del dipendente e di avere sparato per terra, per allontanarlo, ma che il proiettile, rimbalzando, lo avrebbe colpito di striscio alla gamba.

La vicenda era approdata in tribunale a Brescia con il rito abbreviato: in primo grado, rispetto alle richieste dell’accusa, 16 anni di reclusione, era stato derubricato il reato più grave, quello di tentato omicidio, in lesioni aggravate ed era stato escluso il metodo mafioso. La difesa di Fortugno aveva chiesto di poter patteggiare otto anni di reclusione, richiesta respinta e confermata invece la condanna a 10 anni.
Tra le accuse anche quella per porto abusivo di arma clandestina, intestazione fittizia del locale, evasione dai domiciliari, minacce (episodio risalente al 2018 nei confronti di un’altra persona) e spaccio di anabolizzanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.