Quantcast

Padenghe, dopo lo stop riparte la Maratonina

Iscrizioni aperte per la 13esima competizione sul lago di Garda, saltata nel 2020 causa pandemia.

(red.) Con la ripresa ormai pressoché completa dell’attività, la Maratonina di Padenghe sul Garda (Brescia) si riappropria del suo posto nel calendario: la 13esima edizione della corsa, che lo scorso anno era saltata come quasi tutte le altre per il protrarsi della pandemia, è fissata per il 28 novembre e gli organizzatori sono già da tempo al lavoro per rendere l’appuntamento gardesano qualcosa di indimenticabile.

La storia della gara lombarda è lunga: iniziata nel 2008 e subito caratterizzata da presenze importanti, tanto che l’albo d’oro dell’evento è ancora privo di presenze italiane al maschile.

Il primato della corsa appartiene al kenyano Samuel KwangaShauri che nell’edizione inaugurale del 2008 corse in 1h02’49”. Fra le donne, dove le presenze italiane sul gradino più alto del podio sono state numerose con addirittura una doppietta di Sara Bottarelli nel 2013 e 2015, il record è della kenyana Ruth Chebitok, prima nel 2016 in 1h15’28”. Da notare che per ben 6 volte la gara sui 21,097 km ha superato i 1.000 arrivati, addirittura 1.525 nell’edizione storica del 2011.

Le adesioni hanno un costo di 27 euro fino al 31 ottobre, successivamente il prezzo sale a 35 euro. Per le società ogni 15 iscrizioni una sarà in omaggio. L’appuntamento è fissato per le ore 10, quando verrà dato il via davanti al Castello di Padenghe sul Garda, con l’arrivo posto a 500 metri di distanza, nel centro della città.
E proprio la mezza può essere un ottimo modo per un weekend diverso, che unisca lo sport al turismo scoprendo le bellezze di questo piccolo centro del Basso Garda, a cominciare dallo stesso Castello di epoca medievale.

Per informazioni: Atl.Vighenzi, tel. 338.1255985, vighenzi.atletica@gmail.com

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.