Quantcast

Desenzano, sanzionata la ditta che rifornisce il cibo all’asilo

Piatti con sapori inadeguati per i bambini più piccoli, diservizi e ritardi hanno portato l'amministrazione comunale a multare la ditta appaltatrice.

(red.) E’ vero che è cosa buona e giusta “allenare” il palato dei bambini, proponendo cibi sempre diversi e vari, ma se i sapori non del tutto adeguati ai più piccoli finiscono nella mensa dell’asilo con la conseguenza che il piatto resta pieno sul tavolo, mentre le pance dei bimbi rimangono vuote, questo può costituire un problema.

Ed è quello che è accaduto a Desenzano del Garda dove il Comune ha dovuto sanzionare la ditta appaltatrice del servizio ristorazione alle quattro scuole comunali dell’ Infanzia: Rodari, Giovanni Paolo II, Einstein e Levi Montalcini. In tutto sono 470 i bambini iscritti.

Diverse le segnalazioni inoltrate all’amministrazione comunale sulla qualità ed il tipo di pietanze somministrate, tra cui, in una fatidica giornata, anche una pasta condita con acciughe e capperi. Gusti decisamente “strong” per i palati dei più piccini.

La ditta appaltatrice, subentrata ad un vecchio fornitore in seguito ad un  bando europeo, avrebbe quindi dato vita ad una serie di disguidi mal tollerati ed ora, anche, sanzionati per migliaia di euro dal Comune.

 

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.