Quantcast

Strada della Forra, “Provincia subito al lavoro, ristori per i commercianti”

(red.) Il Presidente della Provincia di Brescia, Samuele Alghisi, interviene in merito alle recenti polemiche sulla strada della Forra. Si rammenta che la Provincia è intervenuta subito dopo le copiose precipitazioni nevose del 28 dicembre scorso – spiega la nota – e non ha mai smesso di occuparsi della strada in questione (i lavori di pulizia dai detriti di disgaggio massi pericolanti e rimozione del verde sono iniziati immediatamente dopo i sopralluoghi del 7 gennaio, non hanno mai subito interruzioni e si sono conclusi alla fine di febbraio; il 17 marzo è stato aperto un tratto transitabile dal km 4+900 al km 5+000, il 7 maggio è stato aperto il tratto dal km 3+735 al km 4+900 ed infine il 14/06/2021 ne è stato aperto un altro tratto fino al km 3+500).
Vista la complessità dell’intervento, i lavori di mitigazione del rischio sono stati suddivisi in due lotti funzionali; il primo lotto funzionale ha riguardato i due versanti franati più a monte della strada e si sta concludendo, mentre il secondo lotto presenta maggiori complessità perché riguarda proprio le pareti verticali che costituiscono la parte più stretta e suggestiva del percorso. Per quest’ultimo intervento si è reso necessario un maggior approfondimento con la soprintendenza dovuto da un lato all’importanza paesaggistica del luogo e dall’altro alla necessità imprescindibile di garantire quanto più possibile la sicurezza dei visitatori.

strada della forra

Il progetto di mitigazione del rischio lungo la SP38 era inizialmente unitario; tuttavia, a seguito parere negativo della Soprintendenza, relativo a una parte dei lavori, si è optato per la divisione in due lotti funzionalmente autonomi e su due appalti distinti. Il primo lotto è stato appaltato in luglio e tempestivamente avviato, il secondo lotto è stato autorizzato martedì 28 settembre.  Le attività di concertazione con la Soprintendenza per una soluzione tecnica condivisa del lotto 2, si sono svolte nel mese di luglio; l’istanza paesaggistica è stata inviata in Comunità Montana il 10 Agosto, la commissione paesaggistica si è riunita il 24 Agosto e il medesimo giorno l’istanza è stata trasmessa in Soprintendenza.  Ora, ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza, la Provincia approverà il progetto del lotto 2 e appalterà i lavori nel più breve tempo possibile. Nel frattempo, nel mese di ottobre, saranno ultimati i lavori del lotto 1 e verrà riaperto un ulteriore tratto della SP38: sarà infatti possibile raggiungere in sicurezza il ristorante “Ristorante Pizzeria La Forra” dalla frazione Pieve di Tremosine.

Neve e caduta massi: chiusa la Strada della Forra sul Garda

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato il Presidente Alghisi – è quello di restituire al territorio una strada sicura e gli sforzi che stiamo facendo dal giorno stesso in cui la frana ha colpito la strada della Forra sono documentabili, sia a livello di impegno economico, 2, 860 milioni, sia a livello tecnico. Siamo consapevoli dei disagi che hanno subito residenti e attività economiche della zona e per questo ci stiamo attivando in tutte le sedi affinché le realtà produttive locali, penalizzate dai mesi di chiusura della strada, possano ottenere ristori, ma mi preme sottolineare che sin da subito la Provincia si è messa al lavoro per mettere in sicurezza la strada più bella del mondo”.

Neve e caduta massi: chiusa la Strada della Forra sul Garda

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.