Quantcast

Trofeo Gorla, vince Margherita Zanuso

Per la prima volta una donna trionfa nella competizione velistica. 2h47’41’’ il tempo con cui ha preceduto l'imbarcazione condotta dai gardesani Amonti e Gallinaro.

(red.) Sono le imbarcazioni con i Foil a farla da padrone al 55esimo Trofeo Riccardo Gorla andato in scena domenica 29 agosto con partenza, come da tradizione, alle 8,30 con un bel Peler, il vento da nord, intorno ai 15 nodi che ha sospinto verso l’alto lago, verso la prima boa posizionata davanti a Campione gli oltre 100 competitors.

A tagliare il traguardo davanti a tutti, dopo aver bolinato fino a Torbole (brescia) con rientro nuovamente a Bogliaco, l’F69 con la skipper friulana Margherita Zanuso, a bordo come timoniere l’argentino Ivan Aranguren e Lorenzo Franceschini. Lo scafo con i foil che è riuscito a “volare” per tutta la regata impiegando due ore e cinquanta minuti a compiere il mezzo giro del lago.

vela trofeo Gorla

Al secondo posto l’altra barca volante condotta da Guido Gallinaro che ha perso la leadership per una svista a Campione e due scuffie.

Al 3° posto, in 3.09’30” gli svizzeri di Gonet: con Eric Monnin ed il fratello Jean Claude, dell’Emirates New Zealand design team.

Solo quarto Clandesteam con a bordo il trio che nelle due passate edizioni aveva raggranellato i premi più ambiti sugli X40. Il veterano Roberto Benamati che si è alternato al timone e alla tattica con Matteo Pilati e Matteo Ferraglia alla randa.

Questi i risultati della classifica finale: 1. 69F Blu (Ivan Arunguren) 2.47’41” 2. 69F Rosa (Guido Gallinaro) 2.55’53” 3. Foil Gonet (Svi, Eric Monnin) 3.09’30” 4. Clan des team (Roberto Benamati) 3.20’55” 5. Cold Duck(Svi, Nico Delle Karth) 3.54’00” 6. Zanzara (Stefano Beltrando) 3.54’09” 7. Qfx (Svi, Thomas Jundt) 4.00’38” 8. Lb 10 (Pietro Bovolato) 5.12’30” 9. Black Arrow (Walter Caldonazzi)5.17’22” 10. Old&Young (Luca Nassini) 5.18’33” 11. Tigers of Valhalla (Fabio De Rossi) 5.18’34” 12. Lexotan (Zeno Montresor) 5.32’38” 13. Al 217 (Federico Bressan) 5.49’10” 14. JoJo(Aus, Spitzaver Mor.) 5.59’00” 15. Assterisco (Pierluigi Omboni) 5.59’43” 16. Diavolasso(Andrea Farina) 6.04’09” 17. Assatanato Vetrocar (Pietro Parisi) 6.08’43” 18. The big wave (Massimo Perini) 6.09’00” 19. Koenig Ludwig (Ger, Luitpold V. B.) 6.52’38” 20. Michelasso (Francesca Ferrari) 8.15’40”

Primo dei multiscafi si è piazzato il Diam 24 La Zanzara della famiglia Beltrando del lago d’Orta.  Nelle classi Monotipo affermazione per Asstersico (Omboni) nell’Asso 99, del Twister-Sterilgarda (Polettini) Dolphin, di Matteo Giovanelli nei Protagonsit. Nell’Orc successo assoluto per il Melges 32 della famiglia Nassini. Sabato si replica con la 71esima Centomiglia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.