Quantcast

Gardone, fuori pericolo la donna ferita al collo

Arrestato con l'accusa di tentato omicidio il compagno 50enne della contitolare della pelletteria di Corso Repubblica in cui è avvenuta l'aggressione.

(red.) Migliorano le condizioni della 41enne di origini ucraine ferita con un fendente al collo dal compagno e socio in affari martedì pomeriggio a Gardone Riviera, nel bresciano.

E’ fissata in 40 giorni la prognosi per la contitolare della pelletteria Marchesi di Corso Repubblica, colpita con le forbici dal compagno 50enne di origini calabresi, arrestato per tentato omicidio.

All’origine del diverbio poi sfociato nel sangue, ci sarebbero questioni economiche.

L’uomo ha reso dichiarazioni spontanee agli inquirenti ed è stato tradotto in carcere dove è in attesa dell’interrogatorio di convalida dell’arresto da parte del Gip. Appena sarà in grado di farlo, gli inquirenti raccoglieranno anche la testimonianza della vittima, da anni residente in Italia, che è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico al Civile di Brescia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.