Quantcast

Salò, depuratore: dove passeranno le tubature?

Città Futura interroga il Comune sul tracciato delle nuove condutture dopo che il sindaco ha indicato un diverso collocamento. Il prefetto: "Massima trasparenza atti".

(red.) Mentre prosegue il presidio permanente all’esterno di Palazzo Broletto contro la scelta dei due nuovi siti (Gavardo e Montichiari) per il nuovo depuratore del Garda, si solleva un’altra polemica relativa al collettore delle acque reflue che tante polemiche ha sollevato nel bresciano. Si tratta degli interrogativi sollevati da Città Futura in merito alla collocazione delle tubature del nuovo collettore.

Dove verranno fatte passare? Nel centro di Salò o sulla strada statale? Domande che sorgono dalla lettura della documentazione sui siti dell’Ato e di Acque Bresciane che riporta un progetto diverso da quello descritto dal sindaco di Salò, Gianpiero Cipani,  nell’ultimo consiglio comunale.

La richiesta di ragguagli sul “nodo” tubature è stata inviata dal gruppo consigliare anche al commissario straordinario per il depuratore, Attilio Visconti. Il primo cittadino avrebbe dichiarato che il nuovo allacciamento passerà da via dei Colli, sulla statale, ma, secondo Città Futura, di questo tracciato non vi sarebbe traccia nè nel progetto di Ato, nè in quello della multiutility, dove invece il passaggio segnalato è nel centro di Salò.

Per il gruppo consigliare, se le tubature passassero sulla statale, che è tratta di competenza dell’Anas, si imporrebbe il nuovo problema, relativo all’acquisizione del nuovo parere del gestore. Oppure ciò significa che esiste un altro progetto (diverso da quello pubblicato sui siti di Ato e Acque Bresciane) non pubblicato sugli atti attualmente consultabili.

In risposta a questi dubbi, nella mattinata di martedì 17 agosto, il prefetto di Brescia, nonchè commissario straordinario per il depuratore, ha annunciato, in una nota, la creazione di un sito dedicato proprio alla questione dell’impianto di Gavardo e Montichiari, intitolato “Commissario straordinario per la progettazione, l’affidamento e l’esecuzione delle nuove opere per il collettamento e la depurazione della sponda bresciana del lago di Garda, raggiungibile al link https://commissariodepuratore garda.it/, all’interno del quale”, si legge nel documento, “saranno di volta in volta inseriti tutti i documenti ufficiali relativi alla gestione commissariale del depuratore del Garda”.

Nel sito, viene specificato, “verranno anche inserite le richieste di accesso agli atti al fine di assicurare la massima trasparenza delle attività compiute”.

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.