Quantcast

Gavardo, il Consiglio comunale dice “no” al depuratore

Mozione unanime del Consiglio comunale contro la scelta del collettore nel paese valsabbino e a Montichiari.

(red.) E’ un “no” netto, chiarissimo e duro quello che viene dal Comune di Gavardo contro il depuratore del Garda che, come ha stabilito il commissario straordinario, il prefetto di Brescia Attilio Visconti, verrà realizzato sia nel comune valsabbino sia a Montichiari.

Una mozione unanime è stata votata dal consiglio comunale: l’amministrazione guidata da Davide Comaglio afferma “l’assoluta contrarietà alla scelta della localizzazione degli impianti di depurazione (delle fogne del Garda) a Gavardo e Montichiari”.

Firmatari del testo sono la vicesindaca Ombretta Scalmana, sia il consigliere Marco Molinari, capogruppo di minoranza, con l’appoggio di tutti i consiglieri.

La mozione si scaglia sia contro la modalità della nomina di un commissario per gestire la situazione del collettore, sia contro il fatto che sia “stata esautorata la delibera del consiglio provinciale (la mozione Sarnico) sconfessando anche il percorso partecipato di definizione della migliore soluzione progettuale elaborata da Acque bresciane”. 

Tra le contestazioni al nuovo impianto di depurazione che, nel cronoprogramma dei lavori dovrebbe vedere il via entro il 2024, “l’inadeguatezza dei parametri considerati dal commissario per la localizzazione, in contrasto con le valutazioni fatte negli studi dell’ente gestore coadiuvato dall’Università di Brescia, oltre alla velleità soggettiva del parametro sulla qualità della vita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.