Quantcast

Salò, scarcerato il tedesco alla guida dell’Aquarama

Ai domiciliari il turista 52enne accusato, con l'amico coetaneo, di avere travolto ed ucciso Greta ed Umberto nelle acque del Garda.

(red.) E’ stato scarcerato e si trova ai domiciliari Patrick Kassen, il manager tedesco di 52 anni arrestato per l’omicidio colposo e l’omissione di soccorso a Greta Nedrotti e a Umberto Garzarella, travolti dal motoscafo guidato dall’uomo nelle acque di Salò lo scorso 19 giugno. 
Per il gip di Brescia non sussisterebbe più il pericolo di reiterazione del reato e di inquinamento delle prove, motivazioni per cui, inizialmente, era stata disposta la misura della carcerazione. Kassen si trova ai domiciliari in una località segreta in Italia.

Kassen, che si trovava a bordo dell’Aquarama, si è costituito ai carabinieri, a Brescia, nella notte tra il 4 e il 5 luglio, dopo che contro di lui era stato emesso un mandato europeo di arresto. Indagato a piede libero l’amico coetaneo, proprietario del natante.

Kassen si è sempre difeso sostenendo di non essersi accorto di avere speronato la barca su cui si trovavano i due ragazzi.
Ad incastrare i due tedeschi le telecamere di sorveglianza di un’abitazione che hanno ripreso il potente motoscafo che, a grande velocità, superiore a quella consentita, travolge l’imbarcazione di legno dei due fidanzati e prosegue la corsa senza fermarsi.

In un’altra videoregistrazione, successiva allo schianto mortale per Greta e Umberto, si vedono i due turisti attraccare al porticciolo di Salò: Kassen viene ripreso mentre, barcollante, cade dall’imbarcazione, finendo in acqua.

Mercoledì sono iniziati i rilievi tecnico scientifici affidati ai carabinieri del Ris di Parma, i quali dovranno accertare chi fosse alla guida del motoscafo ed attribuire la responsabilità dell’incidente.

Nei giorni scorsi sono stati sequestrati anche i telefoni cellulari dei due manager tedeschi: dall’analisi forense, gli inquirenti sperano di ricavare indicazioni utili a ricostruire i movimenti dei due uomini nelle ore precedenti l’incidente nautico: quando sono stati utilizzati gli apparecchi? Sono stati cancellati dei dati nei momenti successivi alla tragedia?

L’accertamento sui telefoni, che verrà eseguito dal Ros di Brescia, fissato per giovedì, è slittato a venerdì 30 luglio.
La prossima settimana, invece, riprenderanno le analisi del materiale biologico prelevato dalle due imbarcazioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.