Quantcast

Salò, un morto e una ragazza dispersa per lo scontro tra barche

La vittima è il 37enne salodiano Umberto Garzarella. I sommozzatori sono al lavoro per recuperare la ragazza che si trovava sul natante fracassato dall'urto con un altro mezzo. Gli investigatori stanno chiarendo la posizione di un uomo tornato a riva ferito nella notte.

(red.) Si stanno chiarendo con il passare delle ore le circostanze della tragedia verificatasi nella notte sul lago di Garda che ha causato la morte di un uomo di 37 anni di Salò e una giovane donna dispersa.
Si è trattato di un incidente nautico avvenuto probabilmente nel Golfo di Salò e provocato dallo scontro fortuito tra due natanti. La piccola barca di legno con a bordo il cadavere di Umberto Garzarella, titolare di un’azienda di manutenzione di caldaie,  è stata recuperata al largo di Salò attorno alle 5 di questa domenica mattina: aveva la parte anteriore della fiancata destra fracassata, segno evidente di un urto violentissimo.
Oltre al cadavere, c’erano anche indumenti femminili che hanno segnalato la presenza a bordo di una donna, della quale però non sono ancora state trovate tracce. Si tratterebbe di Greta Nedrotti, una 25enne di Toscolano. Per trovarla sono al lavoro con la Guardia Costiera gli specialisti della Squadra nautica dei Vigili del Fuoco di Salò, i sommozzatori del Nucleo regionale di Milano con un elicottero arrivato da Bologna
Garzarella e la ragazza, secondo la ricostruzione effettuata tramite alcune testimonianze, nel pomeriggio di sabato volevano seguire il passaggio della Mille Miglia, e hanno legato la propria barca davanti a un locale. Poi, verso le 22,30, il natante è ripartito con entrambi gli occupanti.
Che cosa sia successo in seguito è al centro delle indagini di Carabinieri e Guardia Costiera. Soprattutto è fondamentale identificare la seconda imbarcazione, l’altro natante che si sarebbe scontrato con quello dei due giovani.
C’è una pista: una persona – già identificata – avrebbe noleggiato una barca presso un cantiere della zona e sarebbe rientrato di notte con lievi ferite. Ora è sulla sua posizione che si stanno concentrando gli investigatori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.