Quantcast

Desenzano, accoltella rivale fuori da bar per un gratta e vinci e scappa

Ieri prima delle 19 l'aggressione a Rivoltella. Il 47enne ferito a un braccio è in gravi condizioni all'ospedale Civile.

(red.) Dal tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 16 giugno, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia bresciana di Desenzano del Garda stanno cercando un uomo di 50 anni, M.C., noto pregiudicato in paese per trascorsi connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti e furti. Ieri poco prima delle 19 l’uomo ha ferito gravemente a coltellate a un braccio un 47enne, Lin Preka, albanese e titolare di un’impresa edile. L’aggressione si è consumata all’esterno di un bar ed è proseguita in via Papa Giovanni XXIII a Desenzano, non lontano dall’abitazione del 50enne in via Foscolo a Rivoltella.

I motivi dei fendenti sono ancora da capire, ma tra chi c’era sul posto al momento della lite sembra che si parlasse di una questione di soldi, forse di un gratta e vinci. Il 47enne è rimasto esanime a terra e per lui sono subito scattati i soccorsi al 112 facendo arrivare sul posto due ambulanze e anche l’elicottero. Decisivo sul posto è stato un medico in quel momento non impegnato e che ha praticato prima le manovre di soccorso, per poi consentire l’imbarco dell’uomo a bordo del velivolo in codice rosso all’ospedale Civile di Brescia.

Qui ieri sera è stato sottoposto a un intervento chirurgico e nel frattempo la prognosi resta riservata. Subito dopo l’aggressione, i carabinieri hanno raggiunto in forze l’abitazione di Carella e con l’aiuto dei vigili del fuoco hanno sfondato la porta d’ingresso, ma all’interno non c’era nessuno. Forse si era allontanato subito dopo la lite o è scappato da una finestra sul retro. E mentre ieri è stato anche recuperato il coltello, le operazioni di ricerca sono andate avanti per tutta la notte senza risultato al momento. L’uomo è accusato di tentato omicidio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.