Quantcast

Desenzano: ubriachi e molesti, si rifiutano di pagare il conto del ristorante

Due rumeni sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento. Si cerca una terza persona.

(red.) Brutto episodio avvenuto a Desenzano del Garda. Due rumeni sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento. I due individui, insieme con una terza persona ancora da identificare, hanno mangiato in un ristorante del centro storico. Al momento del pagamento del conto, però, i tre hanno iniziato a inveire contro il gestore dell’attività, e hanno lasciato la tavola senza pagare.

Poco dopo i due sono stati raggiunti dal proprietario del ristorante, che nel frattempo aveva allertato i carabinieri. Il primo, dopo non poche difficoltà, dopo essere stato bloccato dal figlio del gestore, giunto a supporto del padre, è stato immobilizzato dalla pattuglia intervenuta. Il secondo, che nel frattempo aveva tentato invano di dileguarsi a piedi tra la folla coprendosi il volto con la maglia, grazie alle indicazioni dei passanti che hanno assistito alle concitate fasi dell’arresto, è stato poco dopo raggiunto dai carabinieri e bloccato.

Durante tutte le fasi i due uomini, in evidente stato di alterazione dovuto all’eccessivo abuso di sostanze alcoliche, si sono scagliati prima contro il gestore ed il figlio, e poi contro i militari.
Entrambi sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento. Dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza, i due giovani sono stati accompagnati davanti al giudice del tribunale di Brescia che ha convalidato l’arresto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.