Quantcast

Depurazione Garda, terza ipotesi: impianto a Lonato e reflui nel Mincio

Questa soluzione è emersa durante uno dei tavoli in corso. Entro il 7 maggio si deve arrivare a una decisione.

Più informazioni su

(red.) Per la depurazione lungo la sponda bresciana del lago di Garda si prospetta anche una terza soluzione rispetto a quella del doppio impianto di Gavardo e Montichiari e quella della costruzione a Esenta di Lonato, ma facendo comunque finire i reflui nel fiume Chiese. Una terza ipotesi riguarda il fatto di costruire l’impianto a Esenta di Lonato, quindi come previsto da una delle alternative, ma facendo finire i reflui non nel Chiese, bensì nel Mincio.

Questa ipotesi è emersa durante uno dei tavoli in corso chiesti da Acque Bresciane per arrivare a una soluzione sulla depurazione. E il comitato Gaia ha messo in campo questa possibile soluzione, sfruttando una roggia e il canale Virgilio. Un’idea che viene valutata come interessante. A questo punto i tavoli andranno avanti entro il 7 maggio quando si dovrà comunicare all’Ato di Brescia il risultato di questi confronti ed entro il 18 maggio deciderà la posizione definitiva del depuratore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.