Quantcast

Illuminazione a Led ma non solo: Sirmione Servizi, oltre 2 milioni per il territorio

(red.) Sirmione Servizi, società partecipata al 100% dal Comune di Sirmione, prevede di effettuare investimenti per 2.057.282 euro a favore del territorio. A tanto ammonta infatti il documento di budget previsionale che verrà presentato venerdì 30 aprile per l’approvazione in consiglio comunale.

In primo piano si trova il progetto di riqualificazione degli impianti di illuminazione pubblica, per sostenere il quale è previsto un impegno finanziario di Euro 1.049.782 .
Per migliorare ulteriormente il sistema di igiene urbana verranno investiti Euro 456.500.
365.000 Euro verranno finalizzati a rendere più efficiente il parcheggio Montebaldo, le aree parcometrate e quelle riservate ai dipendenti delle attività operanti nel centro storico. Le somme rimanenti saranno infine destinate ad ulteriori interventi di efficientamento dei vari servizi.

 

Sirmione sarà dunque ancor più “ecosostenibile” grazie al progetto di riqualificazione energetica degli impianti di illuminazione pubblica basato sulla metodologia LED.
La riqualificazione di tutti i corpi illuminanti del territorio sirmionese consentirà di abbattere drasticamente due paramenti molto impattanti in ottica di ecosostenibilità: le tonnellate equivalenti di petrolio (TEP) e le tonnellate di CO2 emesse nell’ambiente.
Grazie al progetto di installazione dei 3.230 corpi illuminanti, in sostituzione di quelli al sodio ad alta pressione attualmente presenti, si passerà da un odierno TEP di 445 in un anno a un futuro TEP di 178, con una riduzione del 60% rispetto al valore precedente.
Per quanto riguarda le tonnellate di CO2 emesse nell’atmosfera si passerà dalle 1149 tonnellate emesse in un anno alle sole 460 emesse dopo l’intervento di riqualificazione, con una diminuzione anche in questo caso del 60% delle emissioni.

“È dimostrato che l’installazione di prodotti per l’illuminazione pubblica a LED riduce di gran lunga l’assorbimento energetico rispetto alle sorgenti tradizionali impiegate in questo settore – spiega Giuseppe Marcotriggiano, amministratore unico di Sirmione Servizi – a cui

si aggiunge la grande affidabilità, l’elevata efficienza energetica e luminosa, la lunga durata (50.000 ore contro le 5.000 delle lampade al sodio ad alta pressione), la ridotta emissione ai raggi UV e IR, nonché la riduzione pressoché totale delle sostanze tossiche allo smaltimento”.

I nuovi corpi illuminanti consentiranno così al comune un risparmio economico annuo stimato in 238.610 euro. Il progetto di riqualificazione energetica degli impianti è già iniziato, le fasi di progettazione sono già attive e le sostituzioni dei dispositivi verranno concentrate nel periodo estate 2021 – estate 2022.

“Il piano di investimenti di Sirmione Servizi è molto intenso ed impegnativo – sottolinea il sindaco Luisa Lavelli – ma altrettanto necessario in ottica di sostenibilità ambientale e di continuo miglioramento del servizio. Un prezioso contributo per la nostra comunità”. Parallelamente continuano le altre attività di Sirmione Servizi, che spaziano in vari settori di Global Service, nella gestione del verde e altro ancora.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.