Caduta mortale da una scaletta in villa a Manerba, chi era la vittima

Luigi Colleoni, artigiano bergamasco di 63 anni, stava lavorando insieme agli operai di un'altra impresa orobica.

(red.) Si chiamava Luigi Colleoni, artigiano di 63 anni di Bergamo, la vittima del dramma avvenuto ieri mattina, giovedì 1 aprile, in una villetta in ristrutturazione in via Giovanni Pascoli a Manerba del Garda, nel bresciano. Come hanno ricostruito i carabinieri della compagnia di Salò, l’uomo sarebbe caduto da una scaletta mentre lavorava ai rivestimenti dell’abitazione affacciata sul lago di Garda. E’ successo intorno alle 9,30 quando non è chiaro se sia caduto in modo accidentale (in quel caso sarebbe un infortunio sul lavoro) oppure per un malore improvviso.

In quella zona di Porto Dusano l’artigiano stava lavorando insieme agli operai di un’altra azienda orobica di Cologno al Serio per delle manutenzioni straordinarie. E per il 63enne, nonostante l’intervento dei soccorsi, non c’è stato nulla da fare. Il corpo dell’artigiano è stato ricomposto all’obitorio dell’ospedale Civile di Brescia dove sarà sottoposto all’autopsia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.