Quantcast

Lista Righetti Desenzano: “Perché torniamo in consiglio comunale”

(red.) “Il gruppo Righetti per Desenzano ha abbandonato gli ultimi due consigli comunali mentre parteciperà al prossimo, convocato per martedì 30 marzo, perché finalmente potremo affrontare i temi veramente importanti per i desenzanesi”, si legge in un comunicato. “La nostra scelta di non prendere parte alle ultime due sedute era conseguenza dell’impossibilità di poter discutere della campagna vaccinale, il tema centrale della vita dei cittadini. Calpestando i diritti delle minoranze e le regole democratiche, il presidente, infatti, aveva impedito che l’argomento fosse incluso nell’ordine del giorno, nonostante la regolare richiesta sottoscritta da tutte le minoranze. Nell’ordine del giorno del prossimo consiglio, invece, è stata regolarmente inserita una mozione presentata dai nostri colleghi del Partito democratico per conto di tutti i consiglieri di minoranza, per discutere del sostegno alla campagna vaccinale. Dopo tre mesi dalle inaccettabili dichiarazioni contrarie ai vaccini del presidente del consiglio comunale Rino Polloni finalmente potremo parlare dell’unico strumento che abbiamo per uscire dalla pandemia, salvare vite umane, tornare alla normalità e far ripartire l’economia”.

“Non possiamo che esprimere il nostro rammarico perché ci siano voluti tre mesi per arrivare a questo punto”, prosegue la nota, “perdendo tempo prezioso nel quale i nostri concittadini hanno vissuto molti disagi, primo tra tutti la mancata istituzione di un hub vaccinale a Desenzano e uno scarso sostegno per il trasporto delle persone in difficoltà. Ci auguriamo che con questo consiglio cambi sia il passo del supporto del comune di Desenzano alla campagna vaccinale, sia il rispetto di norme e regolamenti e delle prerogative dei consiglieri di minoranza che rappresentano quasi la metà dei cittadini desenzanesi”.

“In questo consiglio, come nei prossimi”, si legge ancora nel documento, “continueremo a portare la voce dei cittadini nelle istituzioni, sia tramite proposte che osservazioni all’amministrazione. In questa seduta, nello specifico, si potrà discutere dell’attenzione alle periferie grazie alla interrogazione di Valentino Righetti sull’assenza di uno sportello bancario a San. Martino, e delle problematiche giovanili legate alla pandemia su sollecitazione di una interpellanza di Giustina Bonanno. Infine potremo alzare lo sguardo dalla nostra realtà locale e discutere di diritti umani e libertà legati al caso di Patrick Zaki. Oltre alla mozione sulla campagna vaccinale, anche la mozione sui Bosco del Ricordo del Covid, presentata dal collega Andrea Spiller, nasce da un lavoro coordinato di tutte le minoranze e da sollecitazione e interessamento di tanti concittadini. Torniamo in consiglio perché possiamo tornare veramente a lavorare per il bene di tutti i desenzanesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.