Sirmione, turista investita e uccisa da pullman: conducente assolto

La sentenza nei confronti dell'autista: per il giudice sarebbe stato diligente, ma non poteva accorgersi dell'anziana.

(red.) Era l’agosto del 2018 quando la 75enne turista tedesca Erika Konen Barbel venne investita da un pullman nel parcheggio Montebaldo a Sirmione, sulla sponda bresciana del lago di Garda. L’anziana venne subito soccorsa e poi portata all’ospedale Civile di Brescia, ma in seguito era sopraggiunto il decesso. Per quell’accaduto il conducente del mezzo era finito a processo che nelle ore precedenti a venerdì 26 febbraio è giunto alla conclusione.

Con l’assoluzione dell’autista perché il fatto non costituisce reato. Al contrario, l’accusa aveva chiesto la condanna di un anno. Secondo il giudice che ha pronunciato la sentenza di assoluzione, l’autista sarebbe stato diligente e alle prese con una manovra a bassa velocità. Ma non poteva vedere che dietro stava attraversando in quel momento la turista di ritorno da una gita in comitiva al castello scaligero di Sirmione. Di fatto per la giustizia si sarebbe trattata di una tragica fatalità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.