Quantcast

San Felice, il comune mette in sicurezza i piccoli corsi d’acqua

(red.) Il lavoro di rimessa in sicurezza di Rio Cisano, iniziato a novembre, è stato terminato in questi giorni a San Felice del Benaco. Grazie ad un investimento di 100 mila euro, è stato possibile completare le opere con i materiali e le tecnologie più adatte a questo tipo di interventi.
“Abbiamo deciso di realizzare le briglie, che servono a rallentare la velocità dell’acqua, in legno di larice e pietrame, per una scelta più ecologica rispetto al materiale cementizio”, dice l’assessore ai Lavori Pubblici Bruno Baldo. A questo si aggiunge la manutenzione delle sponde intorno al letto del rio, con una massicciata che rafforza gli argini, là dove l’acqua aveva eroso il terreno e metteva a rischio la viabilità della strada che da Portese porta a Salò.

San Felice Rio Cisano

San Felice si è aggiudicato due bandi per un valore complessivo di oltre 80 mila euro che saranno utilizzati per i lavori riguardanti i reticoli idrici minori di Rio Valle Selva – Rio Michelino e Rio Navenago. I lavori prenderanno vita nel corso del 2021.
“Continua così l’opera di messa in sicurezza del territorio da parte dell’amministrazione, che ha scelto di dare assoluta priorità alle opere utili e lungimiranti”, si legge in una nota del comune. “È importante sottolineare anche quanto questo sia possibile senza gravare eccessivamente sulle casse comunali, grazie ad una politica di costante partecipazione ai bandi per finanziamenti a fondo perduto, con progetti di qualità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.