Desenzano, anziano ferito a coltellate e grave: motivi ancora ignoti

Il 70enne ferito a una spalla e al collo lotta per la vita in ospedale. Il suo aggressore resta ancora in silenzio.

(red.) A più di 24 ore di distanza dai fatti di giovedì notte 3 dicembre restano ancora oscuri i motivi dell’aggressione con un coltello ai danni di un 70enne vicino alla stazione di Desenzano del Garda, nel bresciano. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia hanno ricostruito alcuni dettagli, in particolare due fendenti lanciati da un 40enne pachistano ai danni dell’anziano colpito a una spalla e al collo.

Ferite giudicate molto gravi e che hanno indotto al suo immediato trasferimento all’ospedale di Desenzano dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico urgente, poi condotto in Rianimazione. L’uomo, tra l’altro, è conosciuto per essere titolare di un’impresa funebre a Lonato.

Il suo aggressore, che finora non ha ancora parlato ed è rimasto in silenzio sui motivi delle coltellate, è stato arrestato e si trova nel carcere di Canton Mombello a Brescia per tentato omicidio. L’unico elemento certo è che i due si conoscessero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.