Massardi (Lega): “Bene il voto in Provincia sul depuratore del Garda”

Più informazioni su

(red.) La lunga vicenda che riguarda il depuratore del Garda è ad un punto di svolta. È dell’altro ieri infatti il voto bipartisan del Consiglio provinciale di Brescia che, dopo un lungo confronto, rimette in discussione il progetto del doppio depuratore a Gavardo e a Montichiari.
Esprime soddisfazione il consigliere regionale della Lega Floriano Massardi: “Sono molto soddisfatto per il voto provinciale di lunedì. Dopo tanti mesi, sono finalmente stati ascoltati i territori, inizialmente esclusi dalla decisione relativa al posizionamento del depuratore. Mi sono impegnato affinché venisse rivalutata questa decisione sin dagli inizi. E’ un voto di buon senso, che porta avanti un criterio di importanza cruciale per noi: gli impianti consortili di depurazione vanno localizzati nei Comuni afferenti all’impianto stesso, l’abbiamo sostenuto fin dal primo momento e così finalmente sarà. La Lega in questo è sempre stata ferma e decisa, facendosi portatrice degli interessi dei territori”.

Con questo voto, quindi, l’impianto dovrà sorgere nei pressi di un comune gardesano; il consiglio ha altresì stabilito che Acque Bresciane ha ora sei mesi per valutare le alternative.
“Voglio ringraziare il segretario provinciale della Lega Alberto Bertagna e i consiglieri provinciali Tacconi, Micheli e Pasinetti, che si sono fatti carico di mediare tra le varie componenti politiche al tavolo, permettendo di addivenire a questo importante risultato, in cui non abbiamo mai smesso di credere; – prosegue Massardi – era importante trovare una soluzione condivisa, proprio per uscire dell’empasse e tutelare un territorio fragile e a rischio come quello di Gavardo e di tutta la Valle Sabbia.
Ciò che era mancato inizialmente, il coinvolgimento degli enti territoriali, è oggi alla base del nuovo criterio di scelta e non posso che esserne pienamente soddisfatto” conclude il consigliere bresciano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.