Quantcast

Bedizzole, lite nel campo nomadi per truffa. E spunta una pistola

Due giovani si sono presentati forse per chiedere l'auto che avevano comprato rispondendo a un annuncio.

(red.) Dalle ore successive a sabato 28 novembre i carabinieri bresciani del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Desenzano del Garda stanno indagando su quanto accaduto all’interno del campo nomadi della frazione Bussago a Bedizzole.

Tutto sarebbe partito, come scrive Bresciaoggi che dà notizia, nel momento in cui due giovani, presunte vittime di una truffa nell’ambito dell’acquisto di un’auto per la quale avrebbero versato un acconto, si sono presentati al campo per chiedere per quale motivo gli inserzionisti, cioé gli stessi rom, non avessero spedito la vettura.

Ma a quel punto i due giovani sarebbero stati circondati, minacciati e aggrediti e qualcuno dall’interno del campo avrebbe perfino estratto una pistola puntata in testa a uno dei due giovani. Questi, temendo conseguenze più gravi, sono poi fuggiti. Ora i militari indagano per capire cosa sia realmente accaduto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.