San Felice, altra auto data alle fiamme. Si indaga anche a Rovato

In entrambi i casi i fatti sono avvenuti l'altra sera. Sul lago di Garda si tratta del quarto episodio in un mese.

(red.) Dopo due settimana di relativa tranquillità, a San Felice del Benaco, sulla sponda bresciana del lago di Garda, un’altra auto è stata data alle fiamme. Stavolta il rogo è stato acceso l’altra sera, giovedì 12 novembre, ai danni di un’Alfa 147 in via Garibaldi. E la preoccupazione ritorna visto che si tratta della quarta auto andata in fiamme nell’arco di un mese nel centro storico del paese. La sensazione è che si tratti di atti vandalici sui quali i carabinieri stanno continuando a indagare, anche potenziando i controlli.

Nel caso dell’incendio dell’altra sera nessun altro veicolo vicino all’Alfa è rimasto coinvolto e non si sono registrati feriti o intossicati. E mentre i vigili del fuoco si occupavano di spegnere le fiamme, i timori hanno riguardato il fatto che tra il 2019 e il 2020 sono state bruciate sette auto – su tutte trovato un innesco – tra via Marconi, via del Lavoro, via Dietro Castello e via Garibaldi.

Casi del genere, in un’altra parte della provincia, stanno preoccupando anche Rovato. Sempre giovedì sera sono state date alle fiamme un Fiat Doblò di proprietà del Comune e due mezzi a disposizione del custode del cimitero, ma anche un container all’interno dell’isola ecologica. Anche su questo fronte si indaga, scoprendo che sarebbe stata usata della diavolina per appiccare i roghi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.