Dalla Franciacorta al lago di Garda, eccessi nella notte di Halloween

Tra Adro e Cologne petardi in strada, nelle cassette postali e nei cestini. A Toscolano tre biciclette lanciate nel lago.

(red.) Si sperava che le nuove disposizioni, in primis il coprifuoco a partire dalle 23, servissero ad evitare comportamenti inadeguati e incivili nella notte di Halloween di sabato 31 ottobre. Invece, così non è stato. Insieme a quanto successo a Brescia città con un ragazzino sorpreso addirittura con una mazza da baseball e un bivacco abusivo dei vandali alla baita alpina sul Montorfano, a Rovato, altri sono andati in scena tra la Franciacorta e il lago di Garda, come dà notizia Bresciaoggi.

Ad Adro già dal tardo pomeriggio alcuni ragazzini si divertivano nel fare esplodere i petardi a terra tra la gente e davanti alle vetrine dei negozi. Ma non solo, perché nel corso della notte le esplosioni hanno raggiunto anche diverse abitazioni, tanto che in molti si sono trovati danneggiate le cassette postali.

A Cologne, invece, è finito nel mirino il parco Verziere dove altri adolescenti si sono divertiti nel far esplodere cestini della spazzatura e allestire bivacchi. Infine, sul lago di Garda, a Toscolano Maderno, c’è persino chi ha pensato di raggiungere la passerella sul lungolago per lanciare tre biciclette in acqua. Sugli autori si spera di risalire anche grazie alle telecamere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.