Sirmione, spariti centinaia di gatti di una colonia. I bocconi nel mirino

Erano tutti legati a una signora che però è morta. Si erano sparpagliati per il paese fino a scomparire del tutto.

(red.) Lungo la penisola di Sirmione, sulla sponda bresciana del lago di Garda, gli agenti della Polizia locale e le autorità sanitarie dell’Ats stanno indagando su un vero e proprio sterminio di massa di una colonia di gatti. Tanto che nel mezzo ci sarebbero diversi bocconi avvelenati che potrebbero aver attirato i felini e provocandone la morte. Di questa situazione dà notizia Bresciaoggi segnalando come una signora residente in paese, poi deceduta, avesse creato una sorta di colonia di gatti alla ricerca di compagnia.

Tutti all’interno di quella villetta dalla quale però, in seguito, sono scappati dopo la morte della loro padrona. Di conseguenza un centinaio di questi felini si sono riversati per giorni lungo la penisola alla ricerca di cibo. E questo panorama era noto ai volontari che si occupano di animali.

Tuttavia lo scenario è drammaticamente cambiato nel momento in cui non si sono più visti muovere questi felini e in alcune circostanze sono state trovate delle carcasse. Per questo motivo si sta indagando per risalire a quello che può essere considerato uno sterminatore seriale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.