Quantcast

Desenzano, “giallo” sul maxi corteo di ragazzi sabato in centro storico

Una manifestazione pacifica, forse simbolica per gli ultimi scampoli di libertà in vista delle nuove disposizioni.

(red.) A Desenzano del Garda, nel bresciano, tra gli ambienti comunali e quelli delle forze dell’ordine si sta cercando di capire cosa sia successo sabato sera 17 ottobre. Infatti, a un certo punto intorno alle 21 più di 600 ragazzi, tutti minorenni, hanno iniziato a sfilare in corteo lungo le vie del centro storico e fino ad arrivare sul lungolago. Mentre i carabinieri, la Polizia di Stato e le forze di Polizia locale di fatto non potevano fare nulla perché non erano stati rilevati comportamenti fuori legge e la maggior parte dei partecipanti a quel corteo indossava la mascherina.

Sembra che tutti si siano radunati in via Garibaldi e da lì siano partiti per il corteo evidentemente non organizzato, ma che potrebbe essere stato pianificato tra gli ambienti della scuola. Una vera e propria manifestazione pacifica che intorno alla mezzanotte si è sciolta, con i ragazzi poi ritornati a casa.

Mentre si sta cercando di capire cosa abbia innescato quel maxi raduno, c’è anche la sensazione che possa essere stata una manifestazione simbolica in vista delle nuove disposizioni governative sul fronte del contagio. Come se fosse stato l’ultimo atto possibile di concedersi momenti di libertà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.