Desenzano, sequestrate due villette dei contabili leghisti accusati di peculato

Venerdì 16 ottobre la guardia di finanza di Milano ha sequestrato due immobili del "Green Residence Sirmione".

(red.) Tocca anche la provincia di Brescia, e più precisamente il lago di Garda, l’inchiesta che riguarda due revisori contabili vicini alla Lega. Nella giornata di venerdì 16 ottobre, infatti, la guardia di finanza di Milano ha sequestrato due villette del “Green Residence Sirmione” a Desenzano del Garda, intestate ad Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni.

I due immobili sarebbero stati acquistati grazie a un finanziamento pubblico. I due professionisti, dal 10 settembre scorso, si trovano agli arresti domiciliari per peculato (oltre che di turbativa d’asta ed evasione fiscale) proprio per aver usato gli 800 mila per la nuova sede della Lombardia Film Commission per scopi privati. Di quella cifra, oltre 600 mila euro sarebbero stati usati per le due villette.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.