In Valtenesi Profumi di Mosto coinvolge 20 cantine

Quest’anno nelle domeniche dell’11 e 18 ottobre. Starà ad ogni visitatore costruirsi il proprio itinerario.

(red.) Il Covid non ferma Profumi di Mosto: l’ormai tradizionale festa di fine vendemmia nelle cantine della Valtènesi non lascia ma raddoppia con due giornate alla scoperta dei colori e delle atmosfere dell’autunno gardesano. Arrivata alla 19esima edizione, la manifestazione è in programma quest’anno nelle domeniche dell’11 e 18 ottobre con una formula profondamente rinnovata, in risposta alle necessità di distanziamento interpersonale e sicurezza imposte dall’emergenza Covid-19.
In totale sono 20 le cantine aderenti, da Pozzolengo ai comuni rivieraschi di Moniga, Manerba e San Felice fino ai borghi dell’entroterra come Calvagese, Bedizzole, Puegnago e Polpenazze: per l’intero arco delle due giornate ogni azienda proporrà una serie di esperienze tra enogastronomia e cultura della durata media di un’ora/un’ora e mezza., con costi variabili a seconda della proposta

Aboliti sia i tradizionali percorsi sia il biglietto unico, starà ad ogni visitatore costruirsi il proprio itinerario consultando l’intenso cartellone di appuntamenti (programmati a cadenza oraria dalle 9 alle 19) disponibile sul sito www.profumidimosto.it, dove saranno anche disponibili le informazioni sui prezzi dei singoli ticket e sulle modalità per prenotare la partecipazione ai vari appuntamenti. La prenotazione sarà sempre obbligatoria: chi non ne sia in possesso non potrà essere ammesso.
Gli eventi saranno a numero chiuso, con numeri variabili a seconda degli spazi ma mai superiori alle 50 presenze: si andrà dalle degustazioni dei vini rosa, rossi e bianchi del territorio (Valtènesi, Riviera del Garda Classico e San Martino della Battaglia) in abbinamento a preparazioni gastronomiche realizzate in collaborazione con gli chef di alcuni dei migliori ristoranti del territorio alle visite guidate in cantina, dalle passeggiate in vigneto a rappresentazioni sceniche sul mondo enoico, dai brunch alle suggestioni musicali passando per le verticali di riserve e tipologie speciali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.