Coronavirus a scuola, a Desenzano positiva insegnante di due classi

Da ieri circa cinquanta studenti sono costretti a fare lezione da distanza. Ritorno in classe non prima del 5 ottobre.

(red.) All’elenco delle classi in alcuni istituti scolastici bresciani in cui sono emersi casi positivi al contagio da coronavirus, si aggiunge anche la media dell’istituto comprensivo “Valerio Catullo” di Desenzano del Garda. Ma se in tutti i casi precedenti, con classi costrette a due settimane di quarantena, erano emerse situazioni legate agli studenti, stavolta si parla di un’insegnante. E così la cittadina gardesana finisce di nuovo nel mirino dal punto di vista scolastico dopo che era emerso un caso positivo anche tra gli studenti di una classe prima del liceo Bagatta.

Nel caso della media, sembra che l’insegnante abbia fatto lezione regolarmente fino a una settimana fa, venerdì 18 settembre, prima che le insorgessero i sintomi. Due classi da lei seguite, una seconda e una terza per un totale di circa cinquanta studenti, sono state avvisate dalla dirigenza e poste in quarantena come prevede il protocollo. Per questo motivo da ieri, giovedì 24, gli studenti sono costretti a restare a casa e a seguire le lezioni a distanza in attesa di essere sottoposti al tampone il prossimo 1 ottobre. In ogni caso, il rientro in classe è previsto non prima di lunedì 5.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.