Desenzano, frontale tra un tir e un’auto. Chi era la giovane vittima

Gian Domenico Piscitelli ha perso la vita sul colpo: guidava l'auto quando ha sbandato verso la corsia opposta.

(red.) Si chiamava Gian Domenico Piscitelli, di 25 anni, la vittima del tragico incidente stradale avvenuto ieri mattina, martedì 8 settembre, intorno alle 11 sulla provinciale 11 che porta da Peschiera verso Sirmione, sul lago di Garda. Il giovane, residente in provincia di Caserta e sul Garda per lavoro, era alla guida di una Lancia Y e stava procedendo verso Verona. Ma a un certo punto, per cause da accertare, ha sbandato verso la corsia opposta proprio nel momento in cui dall’altro senso stava arrivando da Verona un tir carico di lastre di acciaio verso Longhena.

Il camionista 38enne residente sul lago d’Iseo ha tentato ogni soluzione per evitare il frontale, finendo contro un guardrail e poi in un campo. E non riuscendo ad evitare lo scontro. Il 25enne è morto sul colpo e si sono resi inutili gli interventi delle ambulanze e anche dell’elicottero. L’autotrasportatore, illeso, è stato comunque portato all’ospedale di Desenzano in codice verde.

La strada è rimasta chiusa per diverse ore fino al pomeriggio in entrambi i sensi di marcia, con la Polizia stradale di Desenzano chiamata a ricostruire la dinamica. I due mezzi coinvolti nell’incidente, poi rimossi tramite i vigili del fuoco, sono stati sequestrati come atto dovuto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.