Pozzolengo, bimbo di 2 anni finisce in piscina. Rischiata la tragedia

Ieri a mezzogiorno il padre si è tuffato per recuperare il figlio, poi subito rianimato. Portato in ospedale.

(red.) Si è sfiorata la tragedia ieri mattina, martedì 7 luglio, intorno a mezzogiorno in una struttura di vacanza a Celadina Vecchia a Pozzolengo, nella sponda bresciana del lago di Garda. Una coppia di turisti inglesi in villeggiatura con i propri figli non si sono subito accorti che davanti a loro mancava il più piccolo di 2 anni. E subito dopo il padre, guardando alla piscina interna, ha notato che il figlio si era allontanato dalla vista finendo in acqua.

Proprio l’uomo ha raggiunto il lido d’acqua tuffandosi e recuperando il figlio, poi rianimato. Sul posto, allertati i soccorsi, sono arrivate l’automedica da Mantova e un’ambulanza della Croce Rossa di Calvisano, insieme ai carabinieri. Era stato allertato anche l’elicottero, ma visto il miglioramento della situazione, è tornato da dove era decollato. Il bambino, le cui condizioni non sono preoccupanti, è stato portato per sicurezza al pronto soccorso dell’ospedale di Montecroce.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.