Garda, da Salò a Gargnano: vandali in azione di notte

Una trattoria si è trovata le sedie gettate nel lago, danni alle fioriere e all'impianto elettrico del dehor esterno.

(red.) La sponda bresciana dell’alto lago di Garda sembra essere finita nel mirino dei vandali che agiscono di notte. Uno degli episodi maggiori da condannare si era verificato nei giorni precedenti a lunedì 22 giugno quando qualcuno aveva addirittura dato fuoco alle palme nel centro storico, oltre a transenne scaraventate nel lago e fioriere danneggiate.

E’ successo anche a Gargnano ai danni di una trattoria in una zona sprovvista di telecamere di videosorveglianza. Proprio il ristorante San Martino, in via Roma, aveva deciso e ottenuto l’autorizzazione per ampliare il plateatico, visto il momento storico particolare connesso al virus e la possibilità di ridurre l’impatto negativo dal calo di clienti.

Per questo motivo nel dehor erano stati piazzati tavolini e sedie con tanto di fioriere e luci. Ma il giorno successivo i proprietari hanno trovato le sedie gettate nel lago e le fioriere danneggiate, così come l’impianto elettrico e persino una scultura distrutta. L’episodio è stato denunciato ai carabinieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.