Festa della Musica, Sirmione e Desenzano si illuminano…sul web

(red.) Un progetto che lega arte e musica intrecciandole alla straordinaria bellezza del patrimonio artistico gardesano, e che – già nel titolo – esprime il desiderio di mantenere la vicinanza e il legame tra luoghi, pubblici e realtà culturali anche diversificate. Questa la proposta della Direzione regionale Musei Lombardia per la Festa della Musica 2020, con un progetto di Mirko Gragnato che coinvolge i tre musei del Garda: le Grotte di Catullo e il Castello Scaligero a Sirmione e la Villa Romana a Desenzano del Garda. “I tre musei del Garda sono riaperti da pochi giorni. Impossibile pensare di realizzare, come avevamo programmato, i concerti dal vivo, destinandoli a pochissime persone”, dice Emanuela Daffra, direttore regionale Musei Lombardia. “Impossibile però anche rinunciare al gemellaggio con la musica, ai legami stretti con altri produttori di cultura, alla volontà di presentare i tre musei come una realtà dinamica, sinergica e complementare. Un piccolo sistema unito da legami di senso.”

Il 2020 è stato finora un anno particolarmente difficile per le realtà culturali, in primis per i musei, costretti a chiudere, e per i professionisti dello spettacolo dal vivo, che si sono visti annullare date ed eventi per molti mesi. Tra le tante iniziative cancellate anche una serie di concerti che avrebbe dovuto tenersi nei musei del Garda in occasione della Notte dei Musei, il 16 maggio: abbiamo deciso, anche ricorrendo al sostegno di Art Bonus, di portare avanti ugualmente il progetto proponendolo in modalità on-line. Il 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, le esecuzioni musicali saranno trasmesse sui canali social dei tre musei e sul canale youtube della Direzione regionale Musei della Lombardia a partire dalle 18.30.
Il Castello Scaligero, con la sua presenza suggestiva affacciata sul lago, accompagnerà il più conosciuto tra gli strumenti: il pianoforte. Le mani del pianista Claudio Bonfiglio ci porteranno dai Preludi di Rachmaninov sino a Nicola Campogrande, compositore vivente.
Altre esecuzioni vedranno al centro i mosaici della Villa Romana di Desenzano del Garda e le architetture delle Grotte di Catullo, a cominciare dall’intrecciarsi delle linee melodiche nel gioco di eco del madrigale di Orlando di Lasso Olà! O che bon ecco, per otto voci e liuto, a cura di Dimostrazioni Armoniche – Ensemble Vago Concento che celebra quest’anno i dieci anni di attività concertistica.
Dalla musica del XVI secolo si giunge infine alle colonne sonore con Somewhere over the rainbow, con la voce di Anna Farronato, suonato dall’orchestra giovanile La Réjouissance, diretta da Elisabetta Maschio. L’orchestra è ambasciatrice dell’UNICEF e negli anni ha ricevuto l’onorificenza di tre medaglie d’argento dalla presidenza della repubblica italiana per il festival “Gioie Musicali” che quest’anno raggiunge la XVI edizione – Inno alle Gioie.

 

ASCOLTA IL CONCERTO IL 21 GIUGNO 2020 SUI NOSTRI CANALI A PARTIRE DALLE ORE 18.30:

FB
https://www.facebook.com/grottedicatullo.sirmione/
https://www.facebook.com/CastelloScaligeroSirmione/
https://www.facebook.com/villa.romana.desenzano/

WEB
https://musei.lombardia.beniculturali.it/

YOUTUBE
Canale della Direzione regionale Musei Lombardia

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.