Garda, proteste per i cantieri che si aprono sulla Gardesana

Dal'11 giugno al 10 luglio in piena stagione estiva. In molti si chiedono perché non siano stati fatti nel lockdown.

Più informazioni su

(red.) Il lago di Garda sta cercando di risollevarsi dopo oltre due mesi di lockdown, ma si devono fare i conti con i cantieri in arrivo. In particolare, quelli per riparare la volta di un tunnel danneggiata dalla caduta di un masso nei mesi precedenti a novembre e anche per mettere in sicurezza la rete paramassi tra Limone e Campione di Tremosine.

Ma l’annuncio dei lavori che partiranno il prossimo 11 giugno e comunicato da Anas ha scatenato gli operatori economici che speravano di recuperare in parte la stagione estiva molto complicata.

Sono in molti quelli che chiedono per quale motivo i lavori non siano stati effettuati lo scorso inverno e durante il lockdown, quando l’unica strada verso l’alto Garda era vuota. I lavori si svolgeranno dall’11 giugno al 10 luglio con il traffico ridotto dalle 6 alle 21 e gestito da semafori o movieri e strada chiusa dalle 21 alle 6.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.