Quantcast

Desenzano, messo alla porta dalla coppia che picchia Cc

Lui arrestato e lei è finita in psichiatria. Si sono scagliati contro i carabinieri che accompagnavano un 48enne.

(red.) Nelle ore precedenti a sabato 25 aprile si sono alzati gli animi e le mani a Desenzano del Garda, nel bresciano, nel momento in cui un uomo di 48 anni, messo alla porta dalla fidanzata e dal nuovo compagno ha cercato di tornare in quell’abitazione. Visto che ci aveva vissuto con la donna, la sua intenzione era quella di recuperare alcuni effetti personali. Ma considerando il rischio in cui andava incontro, si è rivolto ai carabinieri prima di raggiungere la casa.

I militari della stazione di Lonato lo hanno accompagnato e subito hanno compreso il rapporto teso che era rimasto tra il 48enne e la nuova coppia. Tanto che l’ex fidanzata 46enne e il nuovo convivente 44enne hanno iniziato ad agitarsi e si sono scagliati contro i carabinieri. Questi hanno chiesto alla coppia di presentare i documenti e a quel punto il 44enne ha mollato calci, pugni e schiaffi ai militari, compresa una donna.

E a dargli una mano ci ha pensato anche la convivente. Di fronte a quella situazione è stato anche chiesto l’aiuto del Nucleo Radiomobile di Desenzano che ha bloccato la coppia. Il convivente 44enne è stato arrestato per violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni personali e per non aver dato le proprie generalità. La donna, invece, è stata ricoverata in Psichiatria all’ospedale di Gavardo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.