Lonato, ha infarto in chiesa: lo salva il sindaco-medico

E' successo domenica mattina in basilica durante il ricordo dei caduti di Nikolajewka. Scampato pericolo.

(red.) La sua professione da medico è stata decisiva per evitare che si consumasse una tragedia proprio durante una messa celebrativa. L’altro giorno, domenica 9 febbraio, nella basilica di Lonato del Garda, nel bresciano, era in corso una messa per ricordare i caduti di Nikolajewka. Alla cerimonia erano presenti anche gli alfieri con tanto di stendardi degli alpini lungo l’altare, ma a un certo punto uno di loro ha accusato un grave malore, andando in arresto cardiaco. Ne dà notizia Bresciaoggi.

A quella messa stava partecipando anche il sindaco Roberto Tardani, che è medico, subito intervenuto per praticare il massaggio cardiaco con cui ha salvato la vita all’uomo. Durante questi attimi concitati, ovviamente la celebrazione religiosa è stata sospesa e in seguito l’alfiere rianimato è stato trasportato con l’automedica e un’ambulanza all’ospedale di Desenzano dove è stato dichiarato fuori pericolo. La cerimonia è poi ripresa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.